Zona franca per ricerca in Valle d’Aosta: al via bando da 3,9 milioni

Promuovere attività di ricerca industriale, sviluppo sperimentale e innovazione tecnologica del tessuto industriale locale, e attrarre nuove imprese, talenti e investimenti: sono questi gli obiettivi del bando sulle misure per gli operatori economici insediati nella Zona franca per la ricerca e lo sviluppo, approvato dalla Giunta regionale.

Per il finanziamento del bando sono previsti 3,9 milioni di euro in tre anni, oltre a 30.500 euro per il “marketing territoriale”.

L’iniziativa è finalizzata a consentire alle imprese e ai centri di ricerca insediati nella Zona franca di accedere a un insieme coerente e integrato di aiuti per favorire lo sviluppo dei loro programmi di investimento, realizzando ricadute positive nella regione in termini di ricerca, innovazione, produzione e occupazione.

I comuni interessati sono Aosta, Gignod, Pollein, Brissogne, Quart, Nus, Verrayes, Châtillon, Champdepraz, Verrès, Issogne, Arnad, Hône, Donnas e Pont-Saint-Martin.

Gli aiuti possono essere riconducibili a trasferimento tecnologico, investimenti produttivi, investimenti per la tutela dell’ambiente e l’efficientamento energetico, alta formazione, assunzione di lavoratori laureati, consulenza specialistica, servizi di incubazione, mobilità nei trasporti, digitalizzazione, collaborazione tra imprese e oneri fiscali.

Per ciascun beneficiario l’aiuto complessivo non può essere superiore a:

  • 100.000 euro per le piccole imprese
  • 150.000 euro per le medie imprese
  • 200.000 euro per le grandi imprese e i centri di ricerca.

Le domande devono esser presentate via Pec prima della realizzazione dell’attività dal primo aprile al 30 giugno 2024 all’Assessorato regionale Attività produttive e devono riguardare un programma di investimento di almeno un anno.

Maggiori informazioni a QUESTO LINK.

altre news

La Regione ha approvato i criteri per l’applicazione degli interventi agroambientali del CSR 2023/27

15 Aprile 2024

Le associazioni del comparto ascensori esprimono disappunto sul “dietro front” del governo a cessione del credito e sconto in fattura

11 Aprile 2024

Aperinorma, un webinar gratuito sulle tecnologie per valorizzare la risorsa idrica potabile

11 Aprile 2024

CNA contraria alla proposta sul Foglio di servizio elettronico

11 Aprile 2024