Zona franca per ricerca in Valle d’Aosta: al via bando da 3,9 milioni

Promuovere attività di ricerca industriale, sviluppo sperimentale e innovazione tecnologica del tessuto industriale locale, e attrarre nuove imprese, talenti e investimenti: sono questi gli obiettivi del bando sulle misure per gli operatori economici insediati nella Zona franca per la ricerca e lo sviluppo, approvato dalla Giunta regionale.

Per il finanziamento del bando sono previsti 3,9 milioni di euro in tre anni, oltre a 30.500 euro per il “marketing territoriale”.

L’iniziativa è finalizzata a consentire alle imprese e ai centri di ricerca insediati nella Zona franca di accedere a un insieme coerente e integrato di aiuti per favorire lo sviluppo dei loro programmi di investimento, realizzando ricadute positive nella regione in termini di ricerca, innovazione, produzione e occupazione.

I comuni interessati sono Aosta, Gignod, Pollein, Brissogne, Quart, Nus, Verrayes, Châtillon, Champdepraz, Verrès, Issogne, Arnad, Hône, Donnas e Pont-Saint-Martin.

Gli aiuti possono essere riconducibili a trasferimento tecnologico, investimenti produttivi, investimenti per la tutela dell’ambiente e l’efficientamento energetico, alta formazione, assunzione di lavoratori laureati, consulenza specialistica, servizi di incubazione, mobilità nei trasporti, digitalizzazione, collaborazione tra imprese e oneri fiscali.

Per ciascun beneficiario l’aiuto complessivo non può essere superiore a:

  • 100.000 euro per le piccole imprese
  • 150.000 euro per le medie imprese
  • 200.000 euro per le grandi imprese e i centri di ricerca.

Le domande devono esser presentate via Pec prima della realizzazione dell’attività dal primo aprile al 30 giugno 2024 all’Assessorato regionale Attività produttive e devono riguardare un programma di investimento di almeno un anno.

Maggiori informazioni a QUESTO LINK.

altre news

Avviso partecipazione imprese valdostane a TERRA MADRE – Salone del Gusto 2024

9 Luglio 2024

Alpifidi mette in campo due iniziative per le imprese valdostane colpite dal maltempo

8 Luglio 2024

Un webinar gratuito su lavori edili ed elettrici in Francia

8 Luglio 2024

Eventi calamitosi: segnalazione danni nel settore agricolo

6 Luglio 2024