“Fabbrica Intelligente” e “Laboratori di ricerca”: due bandi dell’Assessorato Attività produttive

L’Assessorato regionale alle Attività Produttive, Energia, Politiche del Lavoro e Ambiente ha promosso due bandi: il Rifinanziamento del Bando Fabbrica Intelligente Valle d’Aosta (scadenza 12 settembre 2017) e il Bando Laboratori di ricerca 2017 (scadenza 29 settembre 2017).

  1. Bando Fabbrica Intelligente: seconda fase (scadenza 12 settembre 2017)

Lo scorso 3 agosto era stato organizzato un incontro relativo al Rifinanziamento del Bando Fabbrica Intelligente Valle d’Aosta, alla luce dell’approvazione, con determinazione n. 288 del 20/6/2017 di Regione Piemonte, dell’ammissione alla seconda fase della procedura delle candidature progettuali in lista di attesa e non finanziate di cui alle determinazioni n. 251 del 5/5/2016 e n. 315 del 07.06.2016 di Regione Piemonte.

Il rifinanziamento è finalizzato a permettere la partecipazione di imprese valdostane agli ulteriori progetti ritenuti idonei, ma non ancora finanziati nell’ambito del Bando Fabbrica intelligente emanato dalla Regione Piemonte http://www.regione.piemonte.it/industria/por14_20/tematico_1.htm .

Le imprese valdostane possono, pertanto, aggregarsi a 4 progetti che sono stati brevemente illustrati durante l’incontro, trovando una collocazione funzionale e integrata nella proposta progettuale.

Le sintesi dei 4 progetti e i riferimenti dei capofila sono disponibili a questo indirizzo:  http://www.ao.camcom.it/bando-fabbrica-intelligente-seconda-fase.aspx

Le imprese valdostane interessate a progetti collaborativi di ricerca industriale e sviluppo sperimentale finanziati dal Bando Fabbrica intelligente Piemonte, possono presentare domanda di contributo se:

  • sono piccole, medie o grandi imprese industriali che esercitano un’attività diretta alla produzione di beni e/o servizi;
  • hanno un’unità locale produttiva attiva ubicata nel territorio valdostano al momento della liquidazione, anche parziale, del contributo;
  • possiedono, al momento della domanda, almeno 10 dipendenti. Tale requisito deve essere mantenuto per tutta la durata del progetto.
  • sono iscritte e attive, al momento della presentazione della domanda, al Registro delle imprese ed esercitano un’attività economica identificata nelle seguenti sezioni della “Classificazione delle attività economiche ATECO ISTAT 2007”:
  • sezione B (estrazione di minerali da cave o torbiere) limitatamente alle classi 8.11, 8.12, 9.90,
  • sezione C (attività manifatturiere) con esclusione delle categorie 12, 19,
  • sezione D (fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata),
  • sezione F (costruzioni),
  • sezione J (servizi di informazione e comunicazione) limitatamente alle categorie 58, 59, 61, 62 e alle classi 63.11 e 63.12,
  • sezione M (attività professionali, scientifiche e tecniche) limitatamente alle classi 71.2 e 72.1.

Le singole imprese non possono presentare domande di contributo per più di due progetti. Nel caso un’impresa presenti tre o più richieste, alla stessa sarà chiesto di scegliere a quale progetto intende rinunciare.

Referente: Ing.Giorgio D’Andrea – tel. 0165 274594 – email g.dandrea@regione.vda.it

  1. Bando Laboratori di ricerca 2017 (scadenza 29 settembre 2017).

Con deliberazione della Giunta regionale n. 891, in data 3 luglio 2017, è stato approvato il Bando Laboratori di ricerca 2017 finalizzato a favorire, mediante il sostegno a progetti di ricerca, la creazione o il potenziamento di laboratori di ricerca.

Il bando (consultabile a questo indirizzo http://www.regione.vda.it/Portale_imprese/Ricerca_e_innovazione/Strumenti_di_finanziamento/bando_laboratori_di_ricerca_2017_i.aspx)  prevede la concessione di contributi, cofinanziati dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR), a imprese industriali e/o a organismi di ricerca/organismi di diritto pubblico, per realizzare progetti di ricerca ammissibili agli aiuti ai sensi dell’art. 25 del Regolamento (UE) n. 651/2014, grazie ai quali vengono realizzati nuovi laboratori di ricerca o potenziati quelli già esistenti nel territorio valdostano.

Possono presentare la domanda di contributo:

  • le imprese industriali con almeno 10 dipendenti che intendano realizzare o potenziare un laboratorio di ricerca insediato nel territorio regionale valdostano;
  • le reti di impresa composte da almeno 3 imprese, operanti nelle attività di ricerca e sviluppo;
  • gli organismi di ricerca e gli organismi di diritto pubblico che intendano realizzare o potenziare un laboratorio di ricerca insediato nel territorio regionale valdostano purché in collaborazione con almeno un’impresa industriale.

La domanda di contributo dovrà essere presentata prima dell’avvio delle attività, entro il 29 settembre 2017,utilizzando l’apposito formulario sul sistema informativo SISPREG2014, che sarà disponibile al link:www.regione.vda.it/europa/SISPREG2014/default_i.aspx

Ai soggetti utilmente collocati in graduatoria sarà concesso un contributo finanziato nell’ambito del Programma Investimenti per la crescita e l’occupazione 2014/20 del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR), concesso alle imprese industriali ai sensi dell’art. 25 del Regolamento UE n. 651/2014 e agli organismi di ricerca nel rispetto di tutte le condizioni di cui al § 3.1.1 della Disciplina degli aiuti di Stato a favore di ricerca, sviluppo e innovazione (2014/C 198/01) per attività di tipo non economico, di importo massimo pari a € 400.000 (1° posto), € 300.000 (2° posto), € 200.000 (3° posto) e € 100.000 (4° posto).

Aosta, 31 agosto 2017 

altre news

Avviso partecipazione imprese valdostane a TERRA MADRE – Salone del Gusto 2024

9 Luglio 2024

Alpifidi mette in campo due iniziative per le imprese valdostane colpite dal maltempo

8 Luglio 2024

Un webinar gratuito su lavori edili ed elettrici in Francia

8 Luglio 2024

Eventi calamitosi: segnalazione danni nel settore agricolo

6 Luglio 2024