CNA nazionale: Daniele Vaccarino confermato presidente per i prossimi quattro anni

Lo scorso venerdì 27 ottobre, l’Assemblea elettiva di CNA nazionale, alla quale erano presenti anche la presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini, il ministro per il Lavoro e le Politiche Sociali Giuliano Poletti e il ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Valeria Fedeli, ha confermato alla guida dell’associazione per i prossimi quattro anni il presidente uscente Daniele Vaccarino. Imprenditore piemontese, dal 1987 Vaccarino è amministratore della Carmec srl, azienda metalmeccanica operante nella cintura torinese. Durante il suo primo mandato ha condotto la CNA attraverso un percorso di profondo rinnovamento e di cambiamento, finalizzato a farla diventare un Sistema maggiormente omogeneo e coeso, sempre più vicino alle imprese e sempre più protagonista nelle trasformazioni del Paese.

Il Paese sta ritrovando la rotta della crescita e sta riprendendo a navigare in mari più calmi – ha spiegato Vaccarino nel suo discorso – l’Italia comincia finalmente a uscire dai vortici degli ultimi dieci anni: che sia così ce lo dicono i dati sull’andamento del Pil, gli indici di fiducia, i dati sull’export che guadagna quote di mercato, la maggiore vivacità della domanda interna e degli investimenti privati, la crescita dell’occupazione, le proiezioni economiche per il prossimo futuro. È un risultato che ci siamo guadagnati con le unghie e con i denti, con il lavoro quotidiano delle nostre imprese”.

“Questo tessuto diffuso di piccole e medie imprese è una peculiarità tutta italiana. Preziosa, che va assolutamente preservata – ha ricordato la presidente Boldrini – l’impresa artigianale, a differenza di quelle di più grandi dimensioni, è fortemente integrata nel territorio, è parte fondamentale di quel “paesaggio” che l’articolo 9 della Costituzione ci chiede di tutelare”.

Ai lavori dell’Assemblea nazionale ha partecipato anche il presidente di CNA Valle d’Aosta Salvatore Addario, che farà parte del direttivo nazionale per i prossimi quattro anni: “È un grande onore poter rappresentare la nostra associazione a Roma: anche se siamo tra le più piccole regioni d’Italia, vogliamo portare il nostro contributo e far sentire la nostra voce in modo da riuscire a creare condizioni sempre migliori per i nostri associati al fine di poterli agevolare nel loro lavoro. Come nel resto d’Italia, anche in Valle d’Aosta il mondo degli artigiani e delle piccole-medie imprese è un motore trainante dell’economia”.

Aosta, 3 novembre 2017

altre news

Ambiente – attivato il portale per l’invio delle valutazioni d’impatto ambientale di competenza statale

22 Febbraio 2024

Eccellenze gastronomiche italiane: al via il Fondo per la valorizzazione del settore

22 Febbraio 2024

Seminario FARE INVESTIMENTI IN VALLE D’AOSTA

22 Febbraio 2024

Progetto Tourism Digital Hub per la promozione delle imprese turistiche

20 Febbraio 2024