Botteghe di Mestiere e dell’Innovazione: avviso pubblico rivolto ai falegnami

Favorire la trasmissione ai giovani di competenze specialistiche e il ricambio generazionale nei mestieri artigianali: sono queste le finalità perseguite da Italia Lavoro, ente strumentale del Ministero del Lavoro, con il programma SPA-Sperimentazioni di Politiche Attive attraverso la promozione e la realizzazione di un sistema di Botteghe di mestiere e l’attivazione di 934 tirocini della durata di sei mesi (539 in Calabria, Campania, Puglia e Sicilia e 395 nelle restanti Regioni).

Per Bottega di Mestiere e dell’Innovazione s’intende un raggruppamento in grado di stimolare la nascita di nuova imprenditoria, i processi d’innovazione e d’internazionalizzazione, nonché lo sviluppo di reti su base locale.

A questo bando possono partecipare raggruppamenti formati da un soggetto promotore, enti pubblici o privati abilitati a promuovere tirocini, e uno o più soggetti ospitanti, aziende private, fino a un massimo di dieci, costituiti in forma di consorzio, associazione temporanea d’imprese o di scopo (ATI/ATS), contratto di rete, partnership o altre forme regolamentate.

L’avviso intende coinvolgere giovani inoccupati/disoccupati, di età compresa tra 18 e i 35 anni non compiuti, di cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’UE o extracomunitari con regolare permesso di soggiorno. I tirocini hanno durata semestrale, dovranno concludersi entro il 31/03/2017 e prevedere un impegno del tirocinante non inferiore alle 25 ore settimanali.

Le tipologia di Bottega
Le Botteghe di mestiere, che dovranno ospitare da un minimo di sette a un massimo di dieci tirocinanti, possono essere “settoriali”, ovvero coinvolgere aziende che operano allo stesso stadio di un ciclo produttivo o “di filiera”, comprendenti aziende che operano lungo l’intero ciclo di vita di un prodotto.

Per quanto riguarda la realtà produttiva valdostana, CNA intende promuovere le associazioni tra aziende operanti nel settore della falegnameria.

Contributi previsti
Per i soggetti promotori, il contributo massimo è pari a 500 euro per le attività di gestione dei tirocini per ciascun percorso della durata di 6 mesi. Il diritto al contributo maturerà nella misura del 50% a compimento di metà del percorso di tirocinio e nella misura del 100% a completamento dell’intero percorso.
Per i soggetti ospitanti è invece previsto un contributo mensile pari a 250 euro per le attività di tutoraggio individuale svolte in favore di ciascun tirocinante.
Per i tirocinanti, l’indennità di partecipazione è pari a 500 euro mensili per i tirocini effettuati nella Regione di residenza del giovane.
I contributi spettanti al soggetto promotore e al soggetto ospitante saranno erogati al termine di ciascun percorso di tirocinio e sarà riconosciuto un rimborso spese per i costi assicurativi INAIL sostenuti per l’attivazione dei percorsi di tirocinio.

Modalità e termini per la presentazione dei progetti di Bottega
Il plico, contenente tutta la documentazione richiesta alle aziende e indicata nel bando, dev’essere inviato esclusivamente a mezzo raccomandata A/R, corriere espresso, oppure consegnato a mano dal lunedì al giovedì, dalle 9.30 alle 13 e dalle 14 alle 16 e il venerdì dalle 9.30 alle 12 al seguente indirizzo: Italia Lavoro S.P.A, via Guidubaldo del Monte, 60 00197 Roma, entro e non oltre le 12 dell’8 marzo 2016.

Per ulteriori informazioni:
infobotteghe@italialavoro.it
http://www.italialavoro.it/wps/portal/homepage/bandi/opportunita/ct_bando_spa_botteghe_16

altre news

Registro delle Imprese storiche: riapertura delle iscrizioni

18 Luglio 2024

Transizione 5.0: istruzioni per l’uso

18 Luglio 2024

Nuovo sondaggio Officine CNA per SICURAUTO.it & POLIMI

17 Luglio 2024

Apicoltura: al via le domande per accedere agli aiuti

14 Luglio 2024