FONDO IMPRESA FEMMINILE

Il Fondo impresa femminile è l’incentivo nazionale che sostiene la nascita e il consolidamento delle imprese guidate da donne, promosso dal Ministero dello sviluppo economico.

Il fondo finanzia programmi di investimento nei settori dell’industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, servizi, commercio e turismo. (Sono esclusi: produzione primaria di prodotti agricoli, pesca, acquacoltura e silvicoltura).

Possono ricevere i finanziamenti le “imprese femminili”, definite come:

  • società cooperative o società di persone con almeno il 60% di donne socie
  • società di capitali le cui quote e componenti degli organi di amministrazione siano per almeno i due terzi di donne
  • imprese individuali con titolare donna
  • lavoratrici autonome.

Gli incentivi finanziano programmi di investimento per l’avvio o lo sviluppo delle imprese femminili da realizzare in 24 mesi.

  • Per le imprese costituite da meno di 12 mesi, è possibile progetti d’investimento fino a € 250.000. Il Fondo mette a disposizione anche un contributo a fondo perduto che varia in funzione della dimensione del progetto.
  • Per le imprese attive da più di 12 mesi, è possibile presentare progetti d’investimento fino a € 400.000 per sviluppare nuove attività o per ampliare attività esistenti. In questo caso, il Fondo prevede un mix di contributo a fondo perduto e finanziamento a tasso zero, con una copertura fino all’80% delle spese ammissibili. Il finanziamento a tasso zero è da rimborsare in otto anni.

Cosa finanzia

Sono ammesse a finanziamento le spese strettamente necessarie e funzionali al progetto dell’impresa:

  • Beni materiali: macchinari, impianti, attrezzature, opere edili (ristrutturazioni) per un max 30% di tutto il piano di spesa
  • Beni immateriali: software, brevetti, licenze, marchi
  • Servizi in cloud: funzionali ai processi, portanti della gestione, aziendale
  • Personale dipendente: assunto – a tempo determinato o indeterminato – dopo la data di presentazione della domanda e impiegato nella realizzazione dell’iniziativa agevolata
  • Capitale circolante: • materie prime, materiali di consumo, servizi, affitti, noleggi e leasing per un max 20% di tutto il piano di spesa

Al momento della compilazione della domanda è possibile richiedere un servizio di assistenza tecnico-gestionale che comprende:

  • un tutoraggio in fase di realizzazione del progetto
  • un voucher di 2.000 euro da utilizzare a copertura del 50% del costo sostenuto dalle imprese per l’acquisto di servizi di marketing o comunicazione strategica del valore minimo di 4.000 euro

Come fare domanda

La domanda si presenta on line tramite il sito www.invitalia.it, ed è suddivisa in 2 fasi:

Fase 1 Compilazione

  • Le NUOVE IMPRESE possono compilare la domanda dal 5 maggio 2022 (ore 10:00)
  • Per le altre IMPRESE ATTIVE la domanda si compila a partire dal 24 maggio 2022 (ore 10:00)

Fase 2 Invio

  1. Invio
  • Le NUOVE IMPRESE possono inviare la domanda dal 19 maggio 2022 (ore 10:00)
  • Per le altre IMPRESE ATTIVE è possibile inviare la domanda dal 7 giugno 2022 (ore 10:00)

Per poter presentare la domanda è necessario il possesso di:

  • identità digitale (SPID, CNS, CIE)
  • firma digitale
  • indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) del legale rappresentante della società già costituita, oppure della persona fisica in qualità di socio o soggetto referente della proponente

Consulta per ulteriori informazioni il sito del Ministero dello Sviluppo Economico e il sito di Invitalia per presentare domanda

altre news

Portale Acquisti in Rete: ora è possibile accedere anche con la Carta Nazionale dei Servizi

27 Maggio 2024

Il cordoglio di CNA Valle d’Aosta per la morte di Merinda Macori

27 Maggio 2024

Pubblicato il Manuale operativo per il deposito dei bilanci al Registro imprese 2024

27 Maggio 2024

Un webinar gratuito sull’essenza del marketing on line

23 Maggio 2024