DPCM 2 MARZO 2021

In queta sezione è possibile scaricare il nuovo DPCM del 2/03/2021 con le regole in vigore dal 6 marzo al 6 aprile 2021.

Di seguito una sintesi delle principali novità e delle misure confermate:

Fino al 27 marzo: divieto spostarsi tra regioni o province autonome diverse, con l’eccezione degli spostamenti dovuti a motivi di lavoro, salute o necessità.

ZONE BIANCHE:

Cessano le misure restrittive previste per la zona gialla, ma si continuano ad applicare le misure anti-contagio generali (mascherina, distanza e igienizzazione mani) e i protocolli di settore. Restano sospesi gli eventi che comportano assembramenti (fiere, congressi, discoteche e pubblico negli stadi).

SCUOLA:

Nelle Zone rosse si prevede la sospensione dell’attività in presenza delle scuole di ogni ordine e grado, comprese le scuole dell’infanzia ed elementari. Resta garantita la possibilità di svolgere attività in presenza per gli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali.

Nelle Zone arancioni e gialle l’attività scolastica potrà essere sospesa dai Presidenti delle regioni:

  • nelle aree in cui abbiano adottato misure più stringenti per via della gravità delle varianti;
  • nelle zone in cui vi siano più di 250 contagi ogni 100mila abitanti nell’arco di 7 giorni;
  • nel caso di una eccezionale situazione di peggioramento del quadro epidemiologico.

MUSEI, TEATRI, CINEMA E IMPIANTI SPORTIVI

Zone gialle:  i musei possono aprire nei giorni infrasettimanali, garantendo un afflusso controllato. Dal 27 marzo, sempre nelle zone gialle, è prevista l’apertura anche il sabato e nei giorni festivi (con prenotazione obbligatoria telefonica o informatica almeno il giorno prima)

Dal 27 marzo, nelle zone gialle si prevede la possibilità di riaprire teatri e cinema, con posti a sedere preassegnati, nel rispetto delle norme di distanziamento. La capienza non potrà superare il 25% di quella massima, fino a 400 spettatori all’aperto e 200 al chiuso per ogni sala.

Restano chiusi palestre, piscine, centri benessere centri termali e impianti sciistici.

ATTIVITÀ COMMERCIALI

In tutte le zone il divieto di asporto dopo le ore 18 rimane esclusivamente per i soggetti che svolgono come attività prevalente una di quelle identificate dal codice ATECO 56.3.

SERVIZI ALLA PERSONA

Nelle zone rosse, saranno chiusi i servizi alla persona come parrucchieri, barbieri e centri estetici.

DPCM_20210302-txt_0

DPCM_20210302_allegati-txt_0

altre news

Portale Acquisti in Rete: ora è possibile accedere anche con la Carta Nazionale dei Servizi

27 Maggio 2024

Il cordoglio di CNA Valle d’Aosta per la morte di Merinda Macori

27 Maggio 2024

Pubblicato il Manuale operativo per il deposito dei bilanci al Registro imprese 2024

27 Maggio 2024

Un webinar gratuito sull’essenza del marketing on line

23 Maggio 2024