Costituzione degli albi delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione

Dai tecnici di radiologia ai logopedisti, dai fisioterapisti agli audio-protesisti, a partire da questa settimana oltre 200mila i professionisti sanitari appartenenti a diciannove diversi profili dovranno iscriversi al nuovo Ordine dei “Tecnici sanitari di radiologia medica e delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione” creato con la Legge Lorenzin n. 3 del 2018. È quanto prevede il Decreto ministeriale Salute sulla “Costituzione degli Albi delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione”, appena pubblicato in Gazzetta.

Si tratta di una svolta epocale che trasforma la maggior parte delle professioni della salute in organismo sussidiario dello Stato e che fa da spartiacque nella giungla dell’abusivismo. Infatti, se un fisioterapista, un podologo o un dietista tra un anno e mezzo non saranno regolarmente iscritti all’Ordine, non potranno lavorare, neanche come libero professionista o nel privato”, commenta il dottor Marco Paonessa, presidente dell’Unione di Mestiere Benessere e Sanità di CNA Valle d’Aosta.

Il decreto evidenzia l’obbligatorietà dell’iscrizione all’albo e pone tra i requisiti il possesso della laurea abilitante o di un titolo equipollente o equivalente ad essa. Nei prossimi 18 mesi di periodo transitorio, i rappresentanti delle associazioni maggiormente rappresentative saranno chiamati a definire l’aspetto molto delicato della valutazione dei titoli per l’iscrizione del singolo professionista.

Superato il periodo transitorio ed eletti gli organi direttivi, il maxi-Ordine dovrà verificare il possesso dei titoli abilitanti all’esercizio professionale e curare la tenuta e la pubblicità, anche telematica, degli albi dei professionisti, oltre che iscrivere professionisti nel rispettivo albo, compilare e tenere gli albi dell’Ordine e pubblicarli all’inizio di ogni anno.

Compito dell’Ordine sarà di proporre all’approvazione dell’assemblea degli iscritti la tassa annuale, anche diversificata tenendo conto delle condizioni economiche e lavorative degli iscritti, e di adottare e dare esecuzione ai provvedimenti disciplinari.

A questo link, trovate il DM completo:
http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2018-04-03&atto.codiceRedazionale=18A02393&elenco30giorni=true

Aosta, 5 aprile 2018 

altre news

Portale Acquisti in Rete: ora è possibile accedere anche con la Carta Nazionale dei Servizi

27 Maggio 2024

Il cordoglio di CNA Valle d’Aosta per la morte di Merinda Macori

27 Maggio 2024

Pubblicato il Manuale operativo per il deposito dei bilanci al Registro imprese 2024

27 Maggio 2024

Un webinar gratuito sull’essenza del marketing on line

23 Maggio 2024